Il berimbau

Il berimbau è uno strumento a percussione composto come un arco musicale che viene teso da una corda d’acciaio. Le origini non sono del tutto chiare, ma non c’è dubbio circa la sua origine africana, in quanto strumenti molto simili vengono riprodotti nella parte meridionale dell’Africa.

Il berimbau è stato incorporato nella pratica della capoeira, arte marziale afro-brasiliana, dove il suono dello strumento comanda come i capoeiristi devono muoversi nella roda.

Suoni e Tonalità

Il berimbau, come impiegato nella capoeira, ha fondamentalmente tre suoni:

  • basso,
  • alto,
  • e ronzio.

Nel gioco, il suono di tipo ronzio, si ottiene facilmente con la zucca premuta contro il proprio ventre, mentre si tocca la corda con la dobrão (generalmente una moneta usata per imprimere alla corda d’acciaio una tonalità differente).

Per riprodurre il suono basso, si colpisce la corda a meno di un centimetro dalla  zucca (Cabaca). Si può grossolanamente far variare la tonalità  del suono aperto, allentando la corda, e facendo scorrere la zucca un po ‘verso l’alto o verso il basso ricercando il suono è migliore.

Per produrre il suono alto, si deve tenere l’arco nello stesso modo del suono aperto e con forza premere il dobrão sulla corda. Il suono si differenzia dal suono basso nel tono e nel timbro.

La chiusura e apertura della zucca, mentre la corda risuona produce un suono a effetto wah-wah, che dipende da quanto grande è l’apertura della zucca.  Una tecnica ampiamente utilizzata è quella di premere il dobrão dopo aver colpito la corda, così facendo, il suono si interrompe mentre la corda risuona. Non è spesso considerato cattiva pratica colpire altre parti dello strumento.

La forza (velocità, accento) con cui si colpisce la corda è fondamentale per la qualità del ritmo. Il suono alto è naturalmente più forte ma il musicista può decidere con quale stress esercitarlo sul berimbau. Inoltre, la tonalità del suono può variare anche con la forza del colpo, e alcuni toques sofisticati fanno uso di questa tecnica.

Nomi dei Toques

I nomi più comuni dei Toques o Variazioni sono:

  • Angola,
  • São Bento Pequeno de Angola Invertido,
  • São Bento Grande de Regional,
  • Toque de Iúna,  introdotto da Mestre Bimba,
  • Cavalaria, usato per avvertire i capoeiristi dell’arrivo della Polizia ai tempi in cui la capoeira era proibita in Brasile.

ma ne esistono molti altri.

Suono del Berimbau

Picolla dimostrazione del Toque de Berimbau del Professor Bebeto del Gruppo di Capoeira Karkara di Roma.

Il Gruppo di Capoeira Karkará di Roma, è particolarmente impegnato in Video di questo tipo e vi invitiamo a tenere sotto controllo le sezioni Video, Video Tutorial e notizie per rimanere aggiornati.

Iscrivetevi anche alla pagina Vimeo per futuri aggiornamenti.

Foto Berimbau