Le cose da sapere nella capoeira sono tante e ogni buon capoeirista deve cercare di informarsi e di rimanere sempre aggiornato, sia leggendo libri e cercando in rete che chiedendo al suo Mestre di raccontargli la storia della capoeira.

Molte sono le cose che sono andate perdute nel tempo a causa della repressione nei confronti degli schiavi e della capoeira stessa ma ogni Mestre ha cercato di tramandare verbalmente ai suoi successori e alunni informazioni importantissime, sia tramite canti che all’interno della roda durante gli insegnamenti.

Ecco alcune tra le tante cose che ogni buon Capoeira deve conoscere, approfondire e condividere.

Lo sapevate che:

  • dei 52 colpi insegnati da Mestre Bimba, 22 sono mortali ?
    Quelli che noi chiamiamo colpi mortali sono tutti movimenti che si presentano a sorpresa durante un gioco e che vengono applicati con malizia in punti vitali e sensibili del corpo dell’avversario come ad esempio le tempie, la nuca, la parte centrale della colonna vertebrale, lo stomaco, i polmoni, il fegato e altre parti dell’addome o della testa.
  • che nel 1930 il karate famoso già nel mondo non era conosciuto a Bahia ?
  • che Mestre Bimba era il capitano della Navigazione Bahia (Navegação Baiana) ?
  • che Mestre Bimba ha aperto la sua prima scuola di capoeira Angola nel 1918 quando aveva solo 18 anni, ottenendo la licenza d’insegnamento solo nel 1937 presso l’Accademia di Capoeira Regional.
  • Che secondo Mestre Noronha, il berimbau anticamente era un’arma malvagia e mortale ?
    Il bastone del berimbau poteva essere utilizzato per infilzare gli occhi dell’avversario nell’epoca in cui la capoeira era proibita.
  • che la Capoeira fino alla metà del XIX secolo era temuta anche dalla polizia ?
    A quell’epoca, Il Maresciallo Deodoro da Fonseca diede inizio alla persecuzione della pratica della Capoeira e chi veniva sorpreso a ballare, giocare o praticare capoeira veniva catturato e considerato un criminale.
    Il codice penale puniva i capoeiristi con una pena dai 02 ai 06 mesi di prigione.

Conoscere e approfondire, significa crescere e preservare una cultura che non deve essere perduta e che deve essere discussa sempre coi i propri amici e Maestri.

Condividete questo articolo e lasciate un commento se vi è piaciuto.

Axè !